Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

San Gimignano. La Città Dalle 100 Torri!


30 maggio 2011 ore 12:58   di mike25  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 1809 persone  -  Visualizzazioni: 3395

Inizio di un viaggio indimenticabile. Cenni Storici: Le origini di San Gimignano risalgono al VI secolo avanti Cristo, quando un insediamento etrusco, proveniente presumibilmente da Volterra, arriva in Val d’Elsa alla ricerca di terre da coltivare. Qui, gli etruschi, fondarono il loro nuovo villaggio, forse, dove ora sono Piazza della Cisterna e la Piazza del Duomo, con il nome di Silvan, in onore al loro Dio del bosco. Infatti, all’epoca, molto più di oggi, la città era circondata da ettari di boschi verdeggianti.

Dal periodo etrusco fino al periodo romano non abbiamo più notizie riguardo il villaggio dell’epoca. Solo in questi ultimi anni sono stati ritrovati dei resti etruschi nei dintorni della città. Da allora non abbiamo più notizie della città fino all’epoca dei Romani, che qui giunsero molto più tardi rispetto alle altre città della Toscana. I Romani, come racconta l’architetto Vitruvio Pollione, nel I secolo dopo Cristo, cambiarono il nome della città, latinizzandolo, da Silvan in Silva o Silvia.


Dal 530 a 556, il re Totila, durante le guerre gotiche, portava morte e distruzione dovunque passasse. Silvia fu salvata miracolosamente dal defunto vescovo Santo Geminiano, vescovo di Modena nel IV secolo. Così gli abitanti costruirono una piccola chiesa in onore al santo, proprio nel centro della città di Silvia, ai margini della via Francigena. Via di comunicazione importantissima, nota prima ai Longobardi e poi ai Franchi. Una via famosa anche perché veniva percorsa da Carlo Magno per i suoi viaggi verso Roma.

San Gimignano. La Città Dalle 100 Torri!

In epoca non precisa, forse verso la fine del VI secolo, il nome della città si trasformo da Silvia in San Geminiano, poi volgarizzato più tardi in San Gimignano intorno al 1000. Vicino all’anno 1000, grazie al suo posto di tappa sulla via Francigena, iniziò a diventare una vera e propria città con un discreto numero di abitanti. San Gimignano, perciò, dovette essere circondata da una cinta muraria di protezione. Questa era lunga oltre un chilometro e ancora oggi possiamo notare la sua cinta, in molti tratti, e tre su quattro, delle porte di entrata, chiamate comunemente archi: l’Arco della Cancelleria, quello dei Becci e quello di Goro.

San Gimignano. La Città Dalle 100 Torri!

Ma la sua fama non finì qui. San Gimignano, durante l’XI secolo, crebbe ancora e in maniera veloce, tanto che passò al rango di Sede Vicariale della Diocesi di Volterra. Proprio in quel periodo iniziano la costruzioni dei palazzi e delle torri, simbolo del potere politico, economico e sociale, dei signori di origine feudale, longobarda e franca. Nel XII secolo San Gimignano è nei suoi massimi splendori con molti palazzi lussuriosi e ben 72 torri, e con una popolazione costituita per la maggior parte da mercanti, avventurieri e affaristi. Alla città però inizia a non piacere più l’idea di essere sottomessa al Vescovo di Volterra, e così dopo numerose lotte, nel 1199, nasce il Comune di San Gimignano e viene nominato come primo Podestà, il senese Maghinardo De’ Malevolti.

San Gimignano. La Città Dalle 100 Torri!

Nel XIII secolo San Gimignano cresce ancora, facendo nascere tre borghi al di fuori della cinta muraria: il Borgo di San Giovanni, di San Matteo e quello di Forliano. La popolazione è cresciuta ancora, è divenuta un grande centro abitato con palazzi, torri e chiese. la sua economia si basa prevalentemente sul commercio e sull’agricoltura, con prodotti conosciuti in tutto il mondo come la Vernaccia e lo Zafferano di San Gimignano. Per poter inglobare all’interno della città i nuovi tre borghi furono costruite altre cinte murarie e entrarono in vigore delle norme comportamentali di più generi chiamate Statuti Comunali.

Nel 1300, e precisamente l’8 maggio, in veste di Priore Fiorentino, viene in visita Dante Alighieri, con l’arduo compito di convincere la città a schierarsi con la lega guelfa. Con molte difficoltà, però, riuscì a convincere la città a schierarsi dalla parte dei Guelfi. Dalla metà del 1300, però, inizia il declino di san Gimignano, per colpa della peste, della carestia e soprattutto per i forti violenti contrasti tra Guelfi e Ghibellini. Nel 1353 San Gimignano perde l’autonomia politica assoggettandosi a Firenze, e inizierà un vero e proprio declino economico. Firenze farà costruire una Rocca, sulla collina della città, da dove poter respingere i vari attacchi, sia esterni che interni, e sarà proprio il simbolo del potere fiorentino.

Dal 1400 in poi San Gimignano andrà sempre più verso il declino, fino ad arrivare al 1800 ad un semplice centro agricolo. Gli abitanti sono altamente diminuiti e le torri e alcuni palazzi crollano o vengono distrutti per ricavare materiale da costruzione. Chiese e palazzi vengono trascurati. Fortunatamente però, in questo periodo, la cultura e l’arte hanno sempre un posto di primo piano con scultori, pittori e poeti. tra questi vediamo: Memmo di Filippuccio e suo figlio, Simone Martini, Bartolo di Fredi, Barna da Siena, Taddeo di Bartolo, Domenico Mainardi, Mattia Lupi, Bartolomeo Nerucci, Jacopo della Quercia, Benedetto e Giuliano da Maiano, Benozzo Gozzoli, Domenico Ghirlandaio, Pinturicchio, Piero del Pollaiolo e Filippino Lippi. Dall’800 ad oggi non ci sono cambiamenti per quanto riguarda la struttura della città. Oggi San Gimignano è una città d’arte sotto la tutela dell’UNESCO ed è conosciuta in tutto il mondo come la città dalle 100 torri.

Articolo scritto da mike25 - Vota questo autore su Facebook:
mike25, autore dell'articolo San Gimignano. La Città Dalle 100 Torri!
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione