Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Seychelles - L' Isola Di Mahe


21 giugno 2011 ore 15:15   di LA74  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 587 persone  -  Visualizzazioni: 1044

L'isola di Mahe è la più grande dell'arcipelago delle Seychelles, formato da ben 115 isole sparse nel bel mezzo dell'oceano indiano. Si trovano poco sotto l'equatore e proprio grazie a questa collocazione, sono al di fuori delle rotte degli uragani. Il periodo migliore per visitare l'arcipelago è tra fine marzo e fine maggio e da fine ottobre a dicembre. Ma in realtà ogni periodo è buono. Cambiano solo i venti e il mare che puo' essere più o meno mosso. Il periodo da me segnalato è quello del cambio dei venti, che regala stabilità climatica, mare calmo e buona visibilità per le immersioni.

Ma torniamo a noi. Chi già ha letto i miei articoli avrà capito che sono amante delle spiagge e del bel mare. Quindi, non posso che iniziare ad elencare tutte le piu' belle spiagge dell'isola di Mahe, da me visitate il maggio scorso. Parto subito con Anse Soleil, nel sud dell'isola. E' abbastanza segnalata (non aspettiamoci cartelli stradali come da noi...) e ci si arriva direttamente con la macchina per un piccolo sentiero semi-asfaltato. E' una bella spiaggia di sabbia bianca e fine, contornata da palme e vegetazione. Il mare a volte è mosso, in quanto non è presente barriera corallina. E' comunque buona la balneazione. Si presta anche allo snorkelling attorno agli scogli ai lati della spiaggia.


Petite Anse o Anse la Libertè invece è una bella spiaggia che non ho potuto visitare personalmente, in quanto l'accesso è attraverso il resort Four Season. E' comunque possibile chiedere alla guardia il permesso di entrarvi, in quanto si tratta di spiagge pubbliche. La sua ubicazione è a fianco di Anse Soleil, sempre nel sud dell'isola. Proseguendo ulteriormente troveremo la splendida Baie Lazare, una mezzaluna di acqua calma e cristallina orlata come consuetudine da splendide palme. Purtroppo, nel nostro caso, la marea era talmente bassa che anche le barche erano in secca. Quindi abbiamo proseguito per la famosa Anse Takamaka. Bellissima spiaggia, lunga, orlata di splendidi mandorli indiani (che le danno il nome) e palme. Mare cristallino, ma spesso mosso. Balneazione discreta per chi ha confidenza con l'acqua. Sconsigliata da giugno a settembre. Ci si arriva direttamente con la macchina. Andando oltre, e addentrandosi un attimo nell'isola seguendo la strada principale, si incontrerà dopo poco l'indicazione per la meravigliosa Anse Intendance. E' davvero magnifica! E' quasi impossibile la balneazione durante tutto l'anno per le grosse onde che si infrangono costantemente sul bagnasciuga. Ma il paesaggio, il candore della sabbia, il fragore delle onde e la loro maestosità, ai miei occhi l'ha resa vergine e selvaggia. Su questa spiaggia si affaccia il noto e lussuoso resort Banyan Tree. Altra cosa interessante: in alcuni periodi dell'anno le tartarughe marine depositano proprio su questa spiaggia le loro uova.

Guidando verso l'estremo sud troveremo anche altre anse, da me non visitate. Ho sentito parlare bene di Police Bay, ma direi che ci si arrivi solo a piedi. E' comunque una spiaggia con onde alte e mare molto pericoloso. In questi casi troverete sempre cartelli di avvertimento perchè le correnti sono davvero molto forti.
Tutte le spiagge di cui ho parlato fino ad ora si trovano sulla costa sud-ovest dell'isola. Ora passeremo a sud-est per parlare della splendida Anse Forbans. Attaccata all'altrettanto bella Anse Marie Luise, è una lingua di sabbia bianca dove con la bassa marea si formano romantiche piscine naturali, ottimo rifugio dalle acque impetuose dell'altra costa. In questo caso la barriera corallina mantiene acque tranquille e calde. Poi con l'arrivo dell'alta marea, spesso arrivano anche le alghe e la balneazione è poco piacevole. In corrispondenza a questa spiaggia, come punto di riferimento, troverete il TClub Allamanda. Proseguendo verso nord, troveremo un'altra bella e romantica spiaggia, poco profonda, ma davvero suggestiva: Anse Parnel. Qui dovrete orientarvi con il ristorante Surfers. Queste ultime tre spiagge si somigliano molto fra di loro, ed io le ho trovate incantevoli. Lo snorkelling, nel mio caso, non è stato possibile farlo, a causa dell'acqua troppo bassa. Peccato.

Proseguendo verso nord troverete la bella e grande Anse Royale, la seconda spiaggia piu' grande dell'isola dopo Beau Vallon. Purtroppo era sporca d'alghe e quindi ho potuto ammirare solo gli splendidi colori dell'oceano. Sempre in zona si trova anche Anse Bouganville e Turtle Bay (andando ulteriormente verso nord). Non mi hanno detto gran chè...forse per via della marea che si stava ulteriormente abbassando. In questa zona ho trovato anche i sandfly, piccoli moscerini apparentemente innocui che pungono provocando un prurito irrefrenabile se non con antistamici. Fate attenzione. In tutti i casi sono maggiormente presenti dove vi sono alghe.

Le spiagge piu' belle ed importanti del sud di Mahe ve le ho descritte. Ora passiamo al nord e piu' precisamente al nord-ovest. Partendo sempre come base dall'Anse Soleil, la prima bella ansa che troviamo è Anse Luis, dove si affaccia il lussuoso Maya Resort. Qui, anche con la bassa marea è possibile fare un bel bagno. A riva, qualche onda c’è, ma non disturba più di tanto. Splendida la scenografia, con imponenti massi granitici che sbucano dalle montagne retrostanti. La sabbia in questo caso tende al panna/beige che conferisce al mare un bel color verde. Tra Anse Soleil e Anse Luis vi è Anse la Mouche. Non mi ha detto gran cosa…la spiaggia è molto molto sottile e appena sale la marea non vi è spazio per sostarvi. E comunque sull’isola c’è di meglio.

Proseguendo verso nord, passeremo davanti ad Anse L’Islette ed all’isola omonima. Un punto davvero straordinario, dove la barriera arriva fino a riva, la sabbia è bianchissima ed il mare cristallino. Sono rimasta molto affascinata da questo tratto di costa, che troverete in corrispondenza dell’Eden’s Holiday Villa
Dopo poco arriverete a Port Launay , zona marina protetta e ad Anse Souillac. Il mare è molto tranquillo e perfetto anche per i bambini. E’ una zona molto frequentata anche dai locali, che usano venir qui a trascorrere la domenica. Il tratto di costa si presta anche allo snorkelling. Per esperienza personale, meglio recarsi sulla destra della spiaggia. E’ presente un po’ di barriera e l’acqua è più limpida. Andando oltre si arriva a Beau Vallon, la spiaggia piu’ grande e frequentata di Mahe. Il colori sono molto belli ed il mare è tranquillo. Anche qui è possibile una buona balneazione, ma non si presta allo snorkelling. Se volete godere di un tramonto da sogno, vi consiglio di recarvi sulla Sunset Beach, vicino a Glacis, ancora piu’ a nord. Si accede a questa spiaggia molto facilmente tramite un sentiero che parte dalla strada principale, oppure con una scalinata all’interno dell’hotel Sunset, a cui chiaramente chiedere il permesso. La spiaggia è un piccolo gioiello orlato di palme, con sabbia dorata e mare abbastanza tranquillo. Ottimo lo snorkelling attorno agli scogli che circondano la spiaggia.
Per chi ha voglia di camminare, ottima l’escursione alla fantastica Anse Major, sempre nel nord dell’isola. Si arriva in macchina fino a Danzil. Poi si percorre un sentiero ben segnalato fino alla spiaggia. Durata: circa 1,5 h. Meglio munirsi di acqua, cappello e scarpe da ginnastica. Il sole è molto caldo fin dalle prime ore del mattino.

Oltre a tutto cio’ da Mahe partono escursioni per il parco Marino di St. Anne, sia tramite agenzie locali, che tramite privati isolani che vi proporranno a prezzi competitivi le stesse cose. Li incontrerete molto probabilmente su Beau Vallon. Non perdetevi un giro in città (2/3 ore sono più che sufficienti), i Jardin du Roi e la fabbrica del the nell’entroterra dell’isola.
Per soggiornare sull’isola si può scegliere tra un’ampia tipologia di strutture che vanno dalle semplici guest house private ai lussuosi alberghi. Io consiglio la guest house Anse Soleil resort, dove sono stata personalmente e dove mi sono trovata benissimo. Se dovessi scegliere un hotel, solo per l’ubicazione sceglierei il Sunset Hotel. Un posto da favola.
Sull’isola si mangia divinamente ed i costi sono contenuti.
Tra i vari ristoranti segnalo: Anse Soleil Cafè, Maria’s Rock Cafè a Baie Lazare, Pizzeria Baobab a Beau Vallon.

Articolo scritto da LA74 - Vota questo autore su Facebook:
LA74, autore dell'articolo Seychelles - L' Isola Di Mahe
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione