Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Una Gita A Caccia Di... Fantasmi!


10 dicembre 2012 ore 18:07   di LunaBlu  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 467 persone  -  Visualizzazioni: 784

C’è chi ci crede e chi no. Chi dice che sono tutte invenzioni e chi invece li cerca andando nei luoghi in cui ci sono state le apparizioni. La maggior parte di loro infesta i castelli, ma ci sono anche presenze in vecchie ville o case abbandonate, persino in vecchie chiese. Le storie di fantasmi sono tantissime e vanno da nord a sud dell’Italia, e il loro comune denominatore è un fatto di sangue, una violenza subita in vita.

Ci sono dei momenti più propizi per l’avvistamento durante l’anno: solstizio d’inverno (21 dicembre), solstizio d’estate (21 giugno), equinozio d’autunno (23 settembre), ed equinozio di primavera (21 marzo), la notte tra il 31 ottobre e il 1° novembre e la notte tra il 30 aprile e il 1° maggio . In questi giorni vicino agli incroci delle linee energetiche che avvolgono la terra è possibile avere la percezione di fenomeni paranormali.


Ad esempio vicino a rimini nel castello di Montebello ogni 5 anni ed in presenza di un temporale si avverte la presenza di Guendalina Malatesta detta Azzurrina scomparsa all’età di 8 anni nei sotterranei del castello per rincorrere la palla con cui giocava. Era vissuta nella seconda metà del 300 ed era nata albina e con gli occhi azzurri. In quell’epoca gli albini erano visti come diversi, erano considerati figli del demonio e messi al rogo quindi la madre tentava di proteggerla tingendogli i capelli ma il colore non rimaneva e gli lasciava i capelli azzurri, da qui il soprannome. Dopo che perse la palla nei sotterranei non si ritrovò mai il suo corpo e la sua presenza è stata documentata con delle registrazioni ne 1990, 2000 e 2005 in cui si ode il lamento di una bambina.

Un altro esempio è nel castello di Poppi (AR) dove c’è l’apparizione di una donna, Matelda, detta anche Telda, che dopo una notte d’amore uccideva i suoi amanti. In questo castello c’è una torre chiamata del diavolo dove la donna fu murata viva.
Ad Imola nel castello degli Sforza c’è il fantasma di Caterina che si narra facesse gettare gli ospiti indesiderati nei pozzi del castello dove venivano trafitti da lame affilate. I cittadini dicono che la donna costruì il castello in una notte con l’aiuto del diavolo. Ora viene vista vagare nelle stanze del castello con un lume in mano.

Un altro esempio interessante è il fantasma di una donna nel castello di Villar Finocchiaro (TO) in quanto una volta un ricercatore riuscì a toccarlo e risultò solido come fosse una persona reale. Può sembrare strano perché da sempre c’è la convinzione che i fantasmi siano eterei, ora si può ipotizzare che ci sono vari tipi di fantasmi, forse a seconda delle circostanze della loro morte o per quello che hanno fatto in vita.
Questo fatto apre nuove strade agli appassionati, che nel nostro paese sono sempre in numero crescente.
Capita anche di avvistare più di uno spettro, per esempio nel caso di battaglie piuttosto cruente, in determinati momenti si possono vedere i cavalieri con i loro cavalli che combattono in battaglia.
In conclusione se si ha voglia di una gita diversa si può andare a visitare un castello infestato per vedere per credere.

Articolo scritto da LunaBlu - Vota questo autore su Facebook:
LunaBlu, autore dell'articolo Una Gita A Caccia Di... Fantasmi!
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione