Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Vacanze E Crisi. Quando Partire E' Più Conveniente Che Stare A Casa


13 luglio 2011 ore 12:12   di KungFuGirl  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 522 persone  -  Visualizzazioni: 926

Questa sarà ricordata come un'estate nera per il turismo, afferma Carlo Pileri, il presidente dell'ADOC (Associazione per la Difesa e l'Orientamento dei Consumatori), che prevede un netto calo nel numero di vacanzieri italiani rispetto allo scorso anno. Colpa della crisi economica, certo, ma anche dell'incertezza derivante dalla crisi occupazionale: un precario o un cassintegrato, che non sa se riuscirà ad avere uno stipendio a settembre, difficilmente pensa a spassarsela ad agosto. Il complicato scenario politico nel Nord Africa e nel Vicino Oriente hanno fatto il resto: difficile voler andare in Egitto o in Libia, ad esempio, quando i tg ed internet ci raccontano di insurrezioni popolari, proteste e polizia in assetto antisommossa.

Mentre lo scorso anno, secondo le stime ADOC, era partita per le ferie la metà della popolazione, quest'anno soltanto un italiano su cinque riuscirà a lasciare la città e la maggior parte di quanti partiranno (il 62%) starà via soltanto una settimana.


Su una settimana, dunque, abbiamo basato i nostri calcoli e, un po' sorprendentemente, abbiamo scoperto che partire per le vacanze potrebbe persino essere più conveniente, dal punto di vista economico, che restare in città. Prendiamo ad esempio una coppia che abbia deciso di trascorrere una settimana di vacanza restando in città; per notare la differenza rispetto al resto dell'anno lavorativo, questa coppia si concede alcuni extra: una serata al cinema, due pranzi al ristorante, due cene in pizzeria e mezza giornata in piscina. Niente di eccezionale, giusto? Ma non limitiamoci alle apparenze e facciamo due conti.

Un biglietto per il cinema costa dai 5 euro, per gli spettacoli settimanali, ed arriva ai 12, 14 euro per le proiezioni 3D nei multisala. Calcoliamo una media di 9 euro a testa ed abbiamo 18 euro spesi dalla coppia per andare al cinema. Ovviamente senza comprare pop corn bibite o caramelle, che porterebbero il costo a salire sino ai 25 euro minimi.

Vacanze E Crisi. Quando Partire E' Più Conveniente Che Stare A Casa

Per i pranzi diciamo che la nostra coppia sceglie locali nella media, non un bar tavola calda nel quale mangi un menù completo a 12 euro ma neppure un ristorante di charme inserito nella Guida Michelin. Con un menù a la carte si arriva senza difficoltà ai 35, 40 euro a testa, il che ci porta ad un pranzo di minimo 70 euro per la coppia, che moltiplicato per le due giornate di vacanza portano ad una spesa di 140 euro minimi. Senza bevande e senza scialare.

A questo punto la nostra coppia ha già speso 158 euro, senza contare naturalmente i costi sostenuti per raggiungere i locali (mezzi pubblici, per i quali si paga il biglietto, o auto propria, con relativi costi per la benzina). Due serate in pizzeria, con pizza servita al tavolo, una bibita, una birra media e due dessert arrivano a costare complessivamente tra i 40 ed i 55 euro; calcoliamo la media di 47 euro, sommiamola ai 158 di prima ed abbiamo già raggiunto 205 euro di spesa.

L'ingresso in piscina o al lido varia, a seconda delle località, dai 6 ai 10 euro; anche in questo caso, consideriamo una media di 8 euro a testa ed abbiamo due ingressi per adulti al prezzo di 16 euro. Ai quali vanno sommati eventuali extra, come ad esempio il noleggio di una sdraio o un lettino o un ombrellone. Supponiamo che la nostra coppia non prenda nulla di tutto ciò, non debba comprare cuffie per capelli nè ciabattine e che si sia portata i tramezzini e le bibite da casa: la spesa parziale per questa settimana di vacanza in città è di 221 euro. A questa cifra vanno poi sommate le spese per i mezzi di trasporto e per il sostentamento (la nostra coppia avrà dovuto far la spesa, per le giornate in cui ha fatto colazione, pranzato e cenato a casa propria: anche calcolando un esborso piuttosto basso, diciamo di 90 euro per le vettovaglie e altrettanto per il carburante, si raggiunge una spesa complessiva di 401 euro, naturalmente extra (pop corn, bibite, vini e acqua al ristorante, sdraio e lettino in piscina) esclusi.

Vacanze E Crisi. Quando Partire E' Più Conveniente Che Stare A Casa

Ebbene, con 380 euro si può pernottare una settimana, dal 1 al 7 agosto, in una camera matrimoniale all'Hotel San Biagio di Genova, facilmente raggiungibile sia in auto che in treno, base ideale per organizzare brevi escursioni in Liguria; nel costo sono incluse anche le prime colazioni. Costa un po' di più pernottare, nella settimana dal 21 al 28 agosto, all'Abbazia Club Hotel di Marotta, nelle Marche a due passi dalla spiaggia e base ideale per escursioni nella vicina Fano, Urbino e Senigallia: 550 euro per 7 notti in camera matrimoniale.
Se invece del mare preferite soggiornare in un incantevole borgo medievale, Bevagna è quello che fa per voi. Questo splendido borgo dell'Umbria è un punto ideale da esplorare e da cui partire alla volta di Perugia, Foligno ed Assisi. Lo splendido Palazzo Brunamonti, edificio storico ora divenuto hotel, offre camere matrimoniali dall'8 al 14 agosto a 480 euro ed il prezzo include la colazione. E' inoltre possibile noleggiare direttamente nell'hotel biciclette per gite ed escursioni in zona. E queste sono soltanto alcune delle proproste per quanto riguarda gli alberghi in Italia. Ci sono poi un'infinità di possibilità di vacanza low cost all'estero, come ad esempio una crociera di una settimana all inclusive a Mikonos, in Grecia, partendo da 100 euro a persona, o una settimana in Spagna, a Maiorca, in villaggio turistico all inclusive (e con viaggio aereo compreso nel prezzo) a partire da 310 euro. Le possibilità sono pressochè infinite e internet è un validissimo aiuto nella ricerca di occasioni per allontanarsi dalla città senza mettere in pericolo il nostro portafogli.

Vacanze E Crisi. Quando Partire E' Più Conveniente Che Stare A Casa

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Vacanze E Crisi. Quando Partire E' Più Conveniente Che Stare A Casa
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • zse
    #1 zse

Ma ceh confronto è? Da una parte si parla di spese per il divertimento/magiare, dall'altra di pernottamenti? Quanto costa alla nostra coppia dormire a casa? In ferie si spende di più! Articolo del tutto fuori luogo ed illogico.

Inserito 16 luglio 2011 ore 12:42
 
  • xzse
    #2 xzse

Mi sa che non hai capito il senso dell'articolo. alla coppia dormire a casa non costa nulla, ma le costa usare forno, gas, lavastoviglie, tv, phone e tutte quelle cose che in albergo non usi perchè non cucini o perchè sono incluse nel prezzo. In ferie spendi di più se vuoi spendere, altrimenti ti alzi al mattino, fai una bella colazione inclusa nel prezzo dell'albergo e a pranzo te la cavi con 2 euro per un trancio di pizza mentre visiti monumenti o stai in spiaggia. Te lo dice uno che per contenere i costi due anni fa non è andato in ferie, ha speso comunque un botto e è tornato al lavoro più stressato e incazzato di prima. Gianni

Inserito 18 luglio 2011 ore 21:25
 

zse, ti ringrazio per il commento anche se ritengo dovresti rileggere l'articolo alla luce di quanto scritto da Gianni; inoltre, al di là dei pernottamenti puri e semplici, come ho scritto nell'articolo ci sono moltissime possibilità di vacanza all inclusive a prezzi veramente molto vantaggiosi, anche di poche centinaia di euro a settimana. Credimi, mi sono documentata prima di scrivere questo articolo. Ciò detto, massimo rispetto per la tua opinione comunque.

Inserito 28 luglio 2011 ore 09:30
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione