Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Venezia La Perla Della Laguna


22 agosto 2010 ore 20:01   di kekere  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 654 persone  -  Visualizzazioni: 1341

Tra le città più ricche di storia, quella che più di tutte è stata trasformata dalla fantasia di artisti, poeti e scrittori è forse Venezia.
Questa città, però, è rimasta per molti versi com'era durante il Rinascimento, quando aveva raggiunto il culmine dello splendore.
La Venezia dei grandi pittori veneti, la Venezia dei quadri di Turner che ce ne lasciò immagini uniche, può essere messa a confronto con quella di oggi, e riconosciuta.
Palazzi, canali, gondole, effetti di luce osservati dai bordi della laguna all'alba ed al tramonto diventano visioni romantiche, fulgide, sinistre.

Straordinariamente capace di trasformarsi nella fantasia di chi la osserva., Venezia rimane comunque, nel suo modo ostinato, chiassoso, maleodorante, perfino sordido, sempre se stessa.
E' un polmone di marmo che ogni giorno inspira ed espira con il ritmo delle maree.
Il mare porta via i suoi rifiuti e provvede a rinnovare l'acqua.
La città non conosce altro sistema di fognature.
La pretesa di essere come Venezia, avanzata da altre città percorse da canali - per esempio Amsterdam - non fa che dar risalto alla differenza.
Quelli che per le altre città sono canali, per Venezia sono acqua, aria, sangue.


David Herbert Lawrence definì Venezia una città ripugnante, verde, scivolosa, ed alcuni dei suoi attuali abitanti non avrebbero difficoltà a dichiararsi d'accordo.
L'ultima volta che ci sono stato, un tale disse a mio figlio, che mi accompagnava: - Noi Veneziani odiamo Venezia. Soltanto i turisti ne vanno pazzi -.
Il fatto che tanti edifici, e perfino statue, di Venezia abbiano facciate magnificamente scolpite e dietro null'altro che impalcature improvvisate per tenerle su ha suscitato non poche censure.
Ma Venezia non è altro che teatro, come hanno sempre capito gli artisti, i compositori, i poeti, ed i direttori teatrali che l'hanno conosciuta; è la città che nella storia ha saputo far scena più di qualunque altra.
E' forse proprio in questo stà il segreto della sua sopravvivenza.

Venezia La Perla Della Laguna

Venezia è come una celebre prima donna che da secoli non fa che esibirsi per l'ultima volta prima del ritiro definitivo dalle scene.
Si può quindi immaginare Venezia come un insieme di fondali, quinte e palcoscenici che rimangono del tutto deserti quando le luci si spengono.
Venezia si presenta alla vista come un deprimente palcoscenico deserto con gocciolanti e scolorite scene di cartone: la stessa aria di un teatro di posa dopo la chiusura.
In un quartiere poco lontano dal Ponte di Rialto che sembrava giunto all'ultimo stadio della fatiscenza: assi inchiodate alle finestre, persiane sghembe, vetri rotti, stracci al vento, gatti furtivi e neanche l'ombra di un essere umano.
Se dal centro del Ponte dell'Accademia si guarda verso il Canal Grande si nota perchè l'architettura di Venezia è differente da quella di qualunque altra città.
Le facciate di marmo multicolore sono traforate di finestre, alcune strette ed appuntite come lance, altre simili alle toppe di giganteschi forzieri.
Per assaporare fino in fondo la marmoreità di Venezia, andando a piedi dal Canal Grande al Ponte della Paglia, appena oltre il Palazzo Ducale, si vedono le foglie di pietra della vigna che incornicia la figura traballante di Noè ebbro.
La basilica di San Marco è veramente il plesso solare di Venezia: vi si accede attraverso cinque profonde arcate in fondo alle quali si aprono altrettanti portali.

Venezia La Perla Della Laguna

Quella di mezzo è sormontata da un balcone grande a sufficenza per contenere i quattro cavalli che i veneziani portarono via a Bisanzio.
Al centro dell'edificio torreggia la cupola, circondata da altre cupole minori.
Il miracolo compiuto da Venezia e testimoniato dai suoi artisti del Rinascimento consiste proprio nell'aver trasformato la povertà e la desolazione di quelle isole coperte d'erbacce in cima all'Adriatico in marmo, oro, gioielli, velluto, seta, colore.
Ogni colonna scolpita rubata a Bisanzio, ogni carico di mercanzie acquistato in oriente erano una ripetizione di questo miracolo.
Se Venezia dovesse venire inghiottita dal mare - ed in questi ultimi anni il fenomeno dell'acqua alta si è ripetuto con preocupante frequenza - scomparirebbero per il pianeta le testimonianze del miracoloso nella sfera del bello.
Una simile catastrofe sarebbe una condanna senza appello per il mondo cieco e sordo alla bellezza in cui viviamo, ed allora è preferibile sperare che il suddetto mondo ricorrerà a qualcuno dei suoi moderni miracoli tecnologici per continuare a mantenere in vita Venezia; nel nome di una magnificenza marmorea divenuta estremamente fragile.

Venezia La Perla Della Laguna

Articolo scritto da kekere - Vota questo autore su Facebook:
kekere, autore dell'articolo Venezia La Perla Della Laguna
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione