Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Inferiore Di San Francesco - 2. A Parte)


26 aprile 2011 ore 18:59   di gigioliviero  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 1461 persone  -  Visualizzazioni: 2881

Continuiamo nella visita della Basilica di San Francesco ad Assisi, il grandioso complesso fatto erigere dal papa Gregorio IX pochi anni dopo la morte del Santo per ricordarne la memoria e costituirne la tomba, un luogo che come nessun altro sa ispirare fede e un profondo senso di pace.

La Basilica Inferiore (che era stata appunto prevista come cripta del Santo), è molto più raccolta e buia di quella Superiore, ma accoglie un numero impressionante di opere d’arte di altissimo livello, che ne fanno sicuramente uno dei più importanti e spettacolari musei naturali del mondo.


Eravamo rimasti, nel precedente articolo, nel braccio destro della crociera, cioè la sezione della chiesa posta a destra dell'altare visto dall'ingresso, un altro leggendario museo di opere d’arte, con la volta interamente coperta di meravigliosi affreschi.

I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Inferiore Di San Francesco - 2. A Parte)

Sulla prima fascia a destra ammiriamo la stupenda Maestà di Cimabue, dove spiccano i delicati e bellissimi volti della Madonna e degli angeli, con accanto la celebre immagine del frate che la tradizione vuole essere il più veritiero ritratto di S. Francesco.

Sulla seconda fascia ecco la Crocifissione, sempre attribuita alla scuola giottesca. Più sotto, a destra, cinque santi, attribuiti a Simone Martini, fra i quali spicca la bellissima immagine di Santa Chiara.

I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Inferiore Di San Francesco - 2. A Parte)

E ancora altre celebri scene attribuite a Giotto: la Natività, una splendida composizione, dove la scena è serena e felice.Solo Giuseppe appare pensoso in un angolo. Il Bambino è ritratto due volte, sulle ginocchia della madre e, sotto, con altre due donne che si accingono a fargli il bagno. Curatissimi i gruppi di angeli, ritratti con funzioni diverse: alcuni cantano al Signore, altri parlano coi pastori, altri ancora adorano il bambino e la Vergine.

I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Inferiore Di San Francesco - 2. A Parte)

Ugualmente celebre è la Fuga in Egitto, scena lirica, distesa, narrativa, con personaggi ridotti all'essenziale e molti particolari che vivacizzano tutta la rappresentazione. Come sempre, in Giotto, il paesaggio è parte integrante del racconto: i monti sembrano declinare verso il gruppetto di santi, perfino gli alberi s'inchinano alla maestà di Gesù.
Dietro, una delle due figure spinge l'asino, quasi a voler affrettare il passo, mentre anche uno dei due angeli che accompagnano il corteo si volge indietro, come a temere l'arrivo di Erode.

I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Inferiore Di San Francesco - 2. A Parte)

Scena di straordinaria drammaticità è la Strage degli innocenti, dove ogni personaggio partecipa in maniera diversa alla tragedia dell'evento: le madri, sconvolte dal terrore e dalla disperazione, i soldati, costretti a compiere controvoglia un orrendo misfatto, l'agghiacciante mucchio di piccoli corpicini massacrati.

In fondo allo stesso transetto, poi, si apre la cappella di San Nicola, eretta su commissione di Napoleone Orsini verso la fine del '200 per ospitare la tomba gotica del fratello Giovanni Orsini.

Attraverso una porta, possiamo poi entrare nell'ambulacro che gira intorno al coro. Da qui si passa alla Sala capitolare del Palazzo pontificio, fatta costruire da Gregorio IX, sulla quale spicca un monumentale affresco di Puccio Capanna raffigurante la Crocifissione.
In varie vetrine, poi, si possono ammirare innumerevoli reliquie originali di Francesco, che ispirano una profonda commozione.

Torniamo quindi nel presbiterio, vicino all'altare maggiore, consacrato nel 1253. E' di stile gotico, riccamente decorato. La mensa, costituita di un solo pezzo di pietra bianca è, secondo la tradizione, un dono di Giovanni di Brienne, imperatore di Costantinopoli. Da una finestrella sulla gradinata anteriore è possibile vedere la sottostante tomba di Francesco.

VELE DELL’ALTARE

I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Inferiore Di San Francesco - 2. A Parte)

Sopra l'altare possiamo quindi ammirare quattro celebri vele della volta, rappresentanti le Allegorie delle Virtù francescane e la Gloria di San Francesco. Il ciclo, generalmente attribuito a Giotto, è oggi considerato opera di vari aiuti del maestro, fra cui il celebre Maestro delle Vele, identificato da alcuni in Angeletto da Gubbio.

La vela rivolta alla navata è quella dell'Allegoria della Povertà. Al centro la figura della Povertà, con ai piedi dei rovi che si tramutano in rose. Cristo le tiene la mano porgendola allo sposo San Francesco, che a sua volta le porge l'anello passato alla Speranza, mentre accanto la Carità, con il capo cinto di rose, porge agli sposi il suo cuore.

La vela di destra è quella dell'Allegoria della Castità. In una torre merlata, sormontata da uno stendardo bianco simbolo di purezza, sta la figura della Castità. Dalle mura la Purità e la Fortezza si sporgono per offrire una bandiera bianca e uno scudo dorato a un giovane.
All'angolo sinistro Francesco invita a entrare tre figure, un terziario (Dante), un frate minore e una clarissa. All'angolo destro la Penitenza mette in fuga Amore, accompagnato dalla Concupiscenza, dalla Immondizia e dalla Morte.

La vela di sinistra è l'Allegoria dell'Obbedienza, rappresentata sotto una loggia mentre impone il giogo a un frate che le sta davanti in ginocchio. Ai lati la Prudenza e l'Umiltà. Sul tetto della loggia, San Francesco, con un giogo sulle spalle sorretto, tramite una corda, dalle mani di Dio.

La vela verso l'abside rappresenta l'Apoteosi, o il DivinusFranciscus. Il Santo, con una splendida veste, è seduto in trono fra angeli osannanti. Al di sopra il pallio, simbolo della vittoria. Il tutto circondato da figure allegoriche e vari compagni del santo.

Nell'abside semicircolare è situato un bellissimo coro ligneo in stile gotico, mentre alle pareti spicca un Giudizio finale affrescato dal Sermei nel 1623.

Bene, fermiamoci qui. Nel prossimo articolo concluderemo la visita di questo meraviglioso luogo. Se, come il solito, volete vedere i filmati che abbiamo dedicato alla città, li troverete su You Tube, nella sezione FILMCARDS.

I possessori di iPhone e iPad, poi, possono scaricare da App Store l’applicazione che abbiamo dedicato sempre alla città (http://itunes.apple.com/it/app/assisi-poesia-dello-spirito/id401871904?mt=8). Essa offre la visita a tutti i più importanti luoghi della città, centinaia di foto originali, 80’ di filmati, l’audioguida della Basilica, l’elenco di alberghi e ristoranti e tutte le informazionituristiche. Il tutto supportato da precisi punti GPS e un comodo navigatore.

Sul sito www.filmcards.it, infine, potrete scoprire tutte le guide già disponibili (Todi, Orvieto, Capri, Ischia, Roma Antica, Assisi, Iran, Uzbekistan, Palermo e un promo gratuito “ANTEPRIME”).

(gigi.oliviero09@gmail.com – www.filmcards.it)

Articolo scritto da gigioliviero - Vota questo autore su Facebook:
gigioliviero, autore dell'articolo I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Inferiore Di San Francesco - 2. A Parte)
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione