Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Superiore Di San Francesco)


27 aprile 2011 ore 16:36   di gigioliviero  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 3274 persone  -  Visualizzazioni: 6093

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta di un dei più celebri e splendenti luoghi della Cristianità, il complesso della Basilica di San Francesco, ad Assisi, il grande tempio che papa Gregorio IX, appena due anni dopo la morte del Santo (avvenuta nel 1226), commissionò a fra' Elia da Cortona per di conservare le spoglie del Santo.

Il complesso architettonico della Basilica comprende due chiese sovrapposte, di cui noi oggi visiteremo quella Superiore (costruita in circa 30 anni e consacrata da Innocenzo IV nel 1253), uno splendido monumento in stile gotico destinato a diventare, nei secoli, uno dei centri del cattolicesimo mondiale, oltre che uno straordinario museo di opere d'arte.


La partecipazione popolare all'impresa, che si prospettava gigantesca, fu enorme, tanto che il terreno fu ceduto da ricchi abitanti della città e il lavoro delle maestranze così intenso che la chiesa inferiore poté accogliere le spoglie di San Francesco appena due anni dopo l'inizio della costruzione.

I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Superiore Di San Francesco)

Alla Basilica Superiore si può accedere da quella Inferiore attraversando il chiostro di Sisto IV, dal quale si entra nel transetto destro. Noi però consigliamo a chi non conosca la basilica di entrare dall'ingresso principale, che offrirà un'immagine indimenticabile di pace e splendore.

L'esterno è semplicissimo, privo di decorazioni, quasi a voler sottolineare la semplicità francescana e fungere solo da porta d'ingresso alla straordinaria ricchezza artistica e spirituale che ci accoglierà all'interno. La facciata, in stile gotico-umbro, è semplice ed elegante, arricchita dal bel campanile sulla sinistra che un miracoloso restauro ha salvato dal terremoto del 1997.

L’INTERNO
I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Superiore Di San Francesco)

Entriamo ora nella Basilica dal portale principale. Pochi luoghi, crediamo, possiedono il fascino, la bellezza e la mistica perfezione dell'interno di questa meravigliosa chiesa. L’ambiente che ci accoglie stimola subito una profonda emozione. L'interno è costituito da un'unica, immensa navata, di splendore e luminosità abbaglianti, che contrastano nettamente con la penombra della chiesa sottostante.

Ogni angolo dello sguardo è riempito da immagini, figure, colori splendenti, che avvolgono le pareti, la volta, ogni angolo delle strutture architettoniche. Le colonne, gli archi, le volte a crociera perdono quindi la loro fredda funzione di sostentamento statico, per "entrare" letteralmente nel racconto visivo.

Il tutto provoca una visione immensa, che dilata a dismisura le dimensioni pur ragguardevoli del tempio, permettendo di affacciarci in maniera straordinariamente realistica su paesaggi e personaggi che parlano direttamente al cuore e alla mente.
Qui lavorarono i più grandi artisti del '200 e su queste pareti è rappresentata l'opera che costituisce la più grande mutazione che la pittura occidentale abbia avuto: quella apportata da Giotto. Un ciclo che vi racconteremo in dettaglio nei prossimi articoli.

I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Superiore Di San Francesco)

Entrati in Basilica si può volgere subito l'occhio verso l'alto, dove sono stati riposizionati i resti degli affreschi che adornavano le quattro vele della prima volta (che noi vi facciamo vedere come erano prima del sisma), che crollarono rovinosamente durante il terremoto del '97, causando la morte di quattro persone. Un incredibile lavoro di restauro è riuscito a salvare in parte le meraviglie dell'affresco originale, attribuito a più mani, fra cui il Maestro d'Isacco (forse Giotto giovane) e il Maestro della Cattura.

Le quattro sezioni della campata rappresentano i quattro dottori della Chiesa Latina (Gregorio, Agostino, Ambrogio e Girolamo) che ammaestrano dei chierici. Interessante è notare la ricerca della prospettiva, pur in un contesto architettonico molto difficile, come delle volte triangolari curve, che, pur risultando inevitabilmente artificiosa (solo due secoli dopo si arriverà a teorizzare le giuste regole prospettiche) denota l'audacia nel voler costruire dipinti reali e di ampia profondità spaziale.

I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Superiore Di San Francesco)

La terza campata fu invece dipinta da Giotto, e su essa spicca l'immagine di Isacco che respinge Esaù, con un celebre gesto della mano protesa che sembra saggiare lo spazio fuori del medaglione che lo incornicia.

Portiamoci ora verso il fondo, anche perché da lì si dovrà partire se si vuole seguire con logica il celebre ciclo di affreschi giotteschi dedicati alla vita del Santo. Le pareti che ci scorrono accanto, non solo i celebri quadri di Giotto, ma anche la parte superiore delle pareti, sono completamente ricoperti di splendide rappresentazioni legate al Vecchio e Nuovo testamento, dovute a vari artisti, fra cui Cimabue, Jacopo Torriti, il Maestro della Pentecoste e il Maestro della Cattura.

ALTARE CENTRALE

Il bell'altare centrale fu consacrato da Innocenzo IV nel 1253.
Alle sue spalle la parete dell'abside è affrescata con le Storie di Maria, iniziate dal Maestro Oltremontano e terminate da Cimabue.

Sotto di essi si stende il meraviglioso coro ligneo, risalente sempre alla fine del '400, intagliato e intarsiato in forme gotico-rinascimentali.

Al di sopra spiccano tre meravigliose vetrate, che colorano di mille riflessi la luce che penetra all'interno. Costruite nella metà del '200 da artisti tedeschi, francesi e italiani, le 28 finestre originali, che rappresentano Storie del Vecchio Testamento e Storie di Gesù, oltre che essere le più antiche d'Italia, costituiscono un complesso assolutamente unico per quel che riguarda la ricchezza degli argomenti rappresentati, dei colori utilizzati, delle tecniche di costruzione raffinatissime.

I TRANSETTI
I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Superiore Di San Francesco)

Il transetto sinistro fu affrescato da Cimabue con cinque scene apocalittiche e il suo dipinto più celebre, la Crocifissione. Il leggendario maestro di Giotto, lavorò ad Assisi, sia pure con numerosi intervalli, dal 1278 al 1285, ma purtroppo i suoi meravigliosi affreschi hanno subito una grave deterioramento dovuto all'alterazione chimica subita dalla biacca utilizzata in condizioni di umidità. Così la sua celeberrima Crocifissione, opera della piena maturità, risulta in uno strano effetto al negativo, che, malgrado tutto, non riesce a cancellare la grande drammaticità e la stupenda composizione dell'opera.

Spostiamoci ora sul transetto destro, sull'altro lato della basilica. Gli affreschi in alto, che rappresentano Storie di San Pietro, furono iniziati dal Maestro Oltremontano, mentre quelli in basso sono opera dell'equipe di Cimabue.
Allo stesso Cimabue spettano anche gli affreschi della crociera, che rappresentano i quattro Evangelisti.

Bene, per ora ci fermiamo qui, ma dalla prossima volta vi porterò alla scoperta di una delle più grandi opere pittoriche della storia dell’arte, il celebre ciclo di affreschi realizzati da Giotto e la sua scuola per ricordare la vita e le opere di San Francesco. Un viaggio, vi assicuro, davvero emozionante.

Se intanto volete visionare i filmati che abbiamo dedicato alla città andate su You Tube, dove li troverete nella sezione “FILMCARDS: ASSISI”.

Invito sempre, poi, i possessori di iPhone e iPad a scaricare da App Store l’applicazione che abbiamo dedicato proprio a Assisi (http://itunes.apple.com/it/app/assisi-poesia-dello-spirito/id401871904?mt=8).
Essa offre la visita a tutti i più importanti luoghi della città, centinaia di foto originali, 80’ di filmati, l’audioguida della Basilica, l’elenco di alberghi e ristoranti e tutte le informazioni turistiche. Il tutto supportato da precisi punti GPS e un comodo navigatore.

Sul sito www.filmcards.it, infine, potrete scoprire tutte le guide già disponibili (Todi, Orvieto, Capri, Ischia, Roma Antica, Assisi, Iran, Uzbekistan e Palermo, oltre a un promo gratuito “ANTEPRIME”).

(gigi.oliviero09@gmail.com – www.filmcards.it)

Articolo scritto da gigioliviero - Vota questo autore su Facebook:
gigioliviero, autore dell'articolo I Viaggi Di Gigi: Assisi (basilica Superiore Di San Francesco)
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione