Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

I Viaggi Di Gigi: Palermo (le Chiese - 1. A Parte)


28 aprile 2011 ore 16:02   di gigioliviero  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 1005 persone  -  Visualizzazioni: 2114

Continuiamo il nostro bellissimo viaggio alla scoperta di Palermo, la meravigliosa città siciliana vero capolinea delle più importanti culture che abbiano solcato il Mediterraneo e che, spinte dalla sua importante collocazione geografica, oltre che il meraviglioso clima, ne fecero nei secoli una vera capitale dell’arte e della cultura.

Purtroppo non ci è rimasto nulla dei grandi monumenti eretti dagli arabi nei due secoli in cui dominarono la città, palazzi e moschee che si dice fossero quanto mai imponenti e spettacolari e che naturalmente furono spazzate via (o trasformate in ambienti cristiani) dai conquistatori successivi.


Molte sono, però, le chiese e i luoghi di culto erette dappertutto in città, e spesso adornate di meravigliosi affreschi e opere d’arte, che testimoniano tutte le epoche storiche che hanno attraversato la storia di Palermo, e che hanno contribuito a fare della città una delle più splendide e artistiche d'Italia.

MARTORANA
I Viaggi Di Gigi: Palermo (le Chiese - 1. A Parte)

Qui visitiamo una delle più importanti, Santa Maria dell'Ammiraglio, più nota come la Martorana. Completata nel 1143, la chiesa ha subito innumerevoli rifacimenti nei secoli.
Della struttura originaria resta solo l'elegante campanile, mentre la facciata attuale, tipicamente barocca, contrasta in maniera evidente col resto della costruzione.

Splendido è l'interno, completamente avvolto da meravigliosi mosaici nel più puro stile bizantino, fra i più antichi della Sicilia. Dall'alto della cupola una solenne figura di Cristo Pantocratore domina la scena, circondato da quattro arcangeli, mentre bellissime figure di Apostoli, dei 4 Evangelisti, di profeti ricoprono le pareti del tamburo e le volte delle crociere.
Altre scene sacre ricoprono le arcate, completando un quadro artistico di straordinaria solennità e spettacolarità visiva.

CHIESA DEL GESU' E CASA PROFESSA.
I Viaggi Di Gigi: Palermo (le Chiese - 1. A Parte)

Altra chiesa importantissima per gli affreschi che può esibire è quella del Gesù, che fu la prima dei Gesuiti ad essere eretta in Sicilia nel 1564.
L'interno è uno straordinario esempio di barocco siciliano, per l'abbondanza di stucchi e fregi nonché sculture e pitture che ricoprono tutte le pareti come un prezioso mantello.
Ogni angolo, infatti, è rivestito di tarsie policrome, da ornati marmorei e stucchi in rilievo, sculture e pitture realizzate nell’arco di due secoli da numerosi artisti, fra cui i gesuiti Lorenzo Cipri e Angelo Italia.

A destra della chiesa troviamo poi Casa Professa, che presenta un bel portale del 1685 e un elegante chiostro colonnato seicentesco.

Dal chiostro si può accedere alla Biblioteca comunale, fondata nel 1760 e qui trasferita nel 1775, otto anni dopo l’espulsione dei Gesuiti dal regno. Conta oltre 300.000 volumi, 1070 incunaboli e circa 5.000 manoscritti, oltre a 79 codici miniati e, fra le rarità, la partitura originale dei “Puritani”, di Vincenzo Bellini.

SAN GIOVANNI DEI LEBBROSI

I Viaggi Di Gigi: Palermo (le Chiese - 1. A Parte)

Innumerevoli sono in città le testimonianze dell'arte normanna. La più antica è la chiesa di San Giovanni dei Lebbrosi, che, secondo alcuni storici, fu iniziata da re Ruggero addirittura nel 1071, un anno prima che i normanni riuscissero ad entrare a Palermo.

La chiesa deve il suo nome a un lebbrosario che le fu aggregato dopo il 1150 ed è stata restaurata nella prima metà del '900 per eliminare uno spesso strato d'intonaco e varie sovrastrutture che avevano modificato la sua immagine originaria. Restauro che non impedì l'arbitraria costruzione dell'attuale campanile.

SAN GIOVANNI DEGLI EREMITI
I Viaggi Di Gigi: Palermo (le Chiese - 1. A Parte)

Altro importante edificio normanno della città è la chiesa di S. Giovanni degli Eremiti, così chiamata perché sul suo sito sorgeva un monastero dedicato nel 581 a Sant’Ermete.
La chiesa, uno dei più significanti esempi della Palermo normanna, fu edificata nel 1136 da maestranze arabe per volere di Ruggero II.

La chiesa, è caratterizzata da 5 tipiche cupole rosse che le danno un tono arabeggiante e costituisce un ingegnoso e geniale adattamento alle esigenze funzionali cristiani di una precedente costruzione.

SAN CATALDO
I Viaggi Di Gigi: Palermo (le Chiese - 1. A Parte)

Un'impostazione architettonica simile a quella di S. Giovanni degli Eremiti è quella della chiesa di San Cataldo, a due passi da Piazza Pretoria e i 4 Canti.

La chiesa, che è sede dell’ordine dei Cavalieri del S. Sepolcro, fu edificata poco dopo 1150 ai tempi di Guglielmo I e successivamente donata, dal suo successore Guglielmo II, ai benedettini. Anche in questo caso la struttura tipicamente arabeggiante denota l'impronta di maestranze arabi al servizio dei re cristiani.

L’interno, a tre navate su colonne antiche, è molto suggestivo nella nudità delle pareti che non furono mai decorate. Originali sono anche il pavimento a mosaico e l’altare

Bene, abbiamo finito. Nel prossimo articolo continueremo la nostra passeggiata nelle più importanti chiese cittadine. Come il solito, se volete vedere i filmati che le abbiamo dedicato a Palermo, andate su You Tube, dove li troverete nella nostra sezione FILMCARDS.

Se poi avete l’iPhone o l’iPad potete scaricarvi da App Store l’applicazione che abbiamo dedicato proprio a Palermo (http://itunes.apple.com/it/app/palermo-perla-del-mediterraneo/id427136148?mt=8).

Essa offre la visita a tutti i più importanti luoghi della città, centinaia di foto originali, 50’ di filmati, l’elenco di alberghi e ristoranti e tutte le informazioni turistiche. Il tutto supportato da precisi punti GPS e un comodo navigatore.

Sul sito www.filmcards.it, infine, potrete scoprire tutte le guide già disponibili (Todi, Orvieto, Capri, Ischia, Roma Antica, Assisi, Iran, Uzbekistan, Palermo oltre a un promo gratuito, “ANTEPRIME”).

(gigi.oliviero09@gmail.com – www.filmcards.it)

Articolo scritto da gigioliviero - Vota questo autore su Facebook:
gigioliviero, autore dell'articolo I Viaggi Di Gigi: Palermo (le Chiese - 1. A Parte)
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione